Arresto Cesare Battisti, figlio Torregiani incontra Salvini: "Rammaricato per governi precedenti"

Dopo l’arresto di Cesare Battisti a Santa Cruz in Bolivia, Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi, il gioielliere ucciso dai Pac di Cesare Battisti il 16 febbraio del 1979 a Milano, ha incontrato durante un evento a Milano il ministro dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini. “Con Salvini ci siamo congratulati a vicenda. Sono rammaricato perché i governi precedenti non hanno avuto la stessa caparbietà di questo che è riuscito nella cattura di Battisti”.
Alberto Torregiani, appena 15enne, nell'agguato venne colpito da una pallottola e da allora è sulla sedia a rotelle.
 
di Edoardo Bianchi

Gli altri video di Cronaca