Castelfiorentino si stringe intorno a Malika "Non ha fatto niente di male, siamo nel 2021"

Dopo che è venuta fuori la storia di Malika, la ragazza di Castelfiorentino che ha raccontato di essere stata cacciata di casa dai genitori una volta che ha fatto sapere loro della sua omosessualità, la comunità è scossa e in paese sono in tanti ad aver espresso solidarietà alla ragazza, a partire dal sindaco che la ha subito contattata, fino alla creazione di una raccolta fondi per aiutarla a recuperare vestiti, un alloggio, un lavoro.

di Giulio Schoen

Gli altri video di Cronaca