Napoli, torna Imbavagliati: ecco il programma del Festival del giornalismo civile

"Imbavagliati" torna come ogni anno a Napoli con voci senza filtri e censure da Siria, Libia, Afghanistan, Sudan e Sud Sudan, che raccontano realtà scomode e mal conosciute dal grande pubblico, voci che denunciano il traffico di vite tra Marocco e Spagna.  Il festival accende i riflettori su quei giornalisti che nei loro paesi hanno sperimentato il bavaglio della censura e la persecuzione di regimi dittatoriali e, nonostante il giro di vite contro la stampa, hanno corso seri pericoli per raccontare, denunciare.  “Guerre Innocenti” è il tema dell’edizione 2019, che apre uno spaccato su quei territori dove i minorenni (34 milioni nel mondo secondo i dati del rapporto Unicef Italia, che patrocina la manifestazione contro i bavagli) vivono in situazioni di guerra e hanno urgente necessità di misure di protezione. Il Festival, ideato e diretto da Désirée Klain, promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli e dalla Fondazione Polis della Regione Campania per le vittime innocenti della criminalità e i beni confiscati, è in programma dal 20 al 24 settembre 2019 al PAN. Prologo del festival il Premio Pimentel Fonseca il 18 settembre: vince la V edizione la giornalista Helena Maleno, Premio "Honoris Causa" alla comandante e attivista Carola Rackete.

Gli altri video di Cronaca