Storie di integrazione: dalla Somalia a Parma, sognando la laurea

Mahamud è partito dalla Somalia ed è arrivato in Italia dopo un lungo viaggio concluso su un barcone. Lo stesso percorso di Shoaze, che adesso vorrebbe laurearsi in matematica. Samatalis ha sfidato l'inverno del Pakistan per raggiungere l'Europa; a Parma ha già seguito diversi corsi di formazione. Storie e speranze degli studenti dei corsi promossi da Ciac onlus e Formafuturo, le due realtà che in sinergia, attraverso lezioni di italiano, informatica, percorsi di orientamento, mirano a favorire l'integrazione dei migranti. Una giornata di festa, dunque, per i 40 studenti, accolti in diversi percorsi di accoglienza e residenti in provincia di Parma, che hanno ritirato l'attestato di frequenza nella sede del Ciac in via Bandini. Un progetto di formazione, sostenuto dalla Regione e dall'Ue, che offre competenze utili per l'inserimento lavorativo. Alla cerimonia hanno partecipato il presidente della onlus, Emilio Rossi, il direttore di Forma Futuro Mirco Potami e la consigliera comunale Nadia Buetto. "L'obiettivo che ci siamo dati è quello del lavoro, perché è un requisito fondamentale per creare vera integrazione", ha sottolineato Rossi.
 
Video Raffaele Castagno

Gli altri video di Cronaca