Cena abusiva al circolo della Sardegna: "Sei pattuglie di carabinieri, neanche ci fosse stato Riina"

Una cena per 39 persone in barba a tutte le disposizioni anti Covid. E così la festa al circolo Amici della Sardegna è finita quando i carabinieri hanno bussato alla porta del clubIl finale della storia ricalca quello di tutti gli assembramenti non autorizzati: multe per tutti oltre alla segnalazione alla Prefettura del circolo privato affinché emetta un provvedimento di chiusura dell'attività.Immediata la difesa di Ferruccio Puddu, titolare del circolo di via Muson: "Volevano entrare a tutti i costi. Ma questo è un circolo privato, c'è scritto dappertutto. I carabinieri hanno chiamato rinforzi, c'erano sei pattuglie, neanche qua dentro ci fosse stato Totò Riina". E aggiunge: "Avevano anche le pistole". "Hanno fermato le persone in auto mentre uscivano". "E' stato un sequestro di persona", conclude Puddu. (video Piran, intervista Andreoli)

Gli altri video di Coronavirus in Veneto