Padova, la pulizia degli argini del Piovego anche grazie ai migranti

Pulire gli argini dalla riva, navigando su barche, non è la stessa cosa che usare le macchine dalla terra ferma. Prima di tutto è più efficace e a dirlo è l’Università, poi è più economico e fa bene all’ambiente. Inoltre impegna dodici giovani africani che hanno bisogno di protezione umanitaria e che potranno vantare competenze da “spendere” sul mercato del lavoro. Si tratta del progetto di pulizia del Piovego e degli altri canali cittadini lanciato dalla Gallani, accolto dalla Cooperativa Piovego, coordinatore Karim Hoceine e braccio destro Dario Smania; reso possibile dalle barche degli Amissi del
Piovego con il presidente Alessandro Campioni e monitorato dall’Università, con il prof Luca Palmieri e il ricercatore Alberto Barausse del dipartimento di Ingegneria industriale

 

Gli altri video di Parco mura e acque di Padova