La violenza dell'uragano Ida è colpa del cambiamento climatico

L'uragano Ida ha colpito gli Stati Uniti facendo danni immensi. Ha lasciato un milione di persone senza elettricità, inondato gli Stati del Nord-Est e causato la morte di oltre 40 persone. Dopo Louisiana e Mississippi, Ida è arrivato a New York dove è stato dichiarato lo stato di emergenza. Negli ultimi anni gli uragani sono sempre più violenti anche a causa del riscaldamento globale: hanno più forza perché, visto che la temperatura superficiale sale, i mari immagazzinano più energia. Colpiscono a latitudini sempre più alte perché si sta spostando verso nord la circolazione tropicale. Inoltre negli ultimi anni le tempeste sono più lente e rimangono più a lungo su uno stesso territorio, provocando più danni. Infine, una volta arrivate sulla terraferma non perdono potenza con la stessa velocità che in passato.

Gli altri video di Clima & Ambiente