Anziana "sfrattata" a Padova per lasciare casa alla badante positiva: "Giusto aiutarla ma le istituzioni pensino anche agli anziani"

La badante romena è positiva al virus e così è l'anziana di 88 anni che deve andarsene via di casa. Vicenda paradossale quella successa a Padova, in centro storico, alla vigilia di Natale. Ana Maria Sabbadin, 88 anni, si è dovuta trasferire a casa della figlia Rosanna Bettella e della cognata Donatella Nocis dalla viglia di Natale fino al 5 gennaio. Nella sua abitazione di via degli Agnus Dei è rimasta Ana Maria, 51 anni, in quarantena per via del Covid. Circostanza quantomeno curiosa è che sia successo in questa famiglia, visto che Rosanna Bettella è nella segreteria regionale dello Spi Cgil, il sindacato dei pensionati. "Mi sono trovata in questo duplice ruolo di figlia e di sindacalista", dice sorridendo, insieme alla madre, alla cognata e alla collaboratrice domestica. "E' stato giusto aiutare Ana Maria ma sarebbe giusto anche che le istituzioni pensassero a un modo per venire incontro agli anziani che si trovano in questa situazione". (videointervista di Enrico Ferro)

Gli altri video di Cronaca locale