La magia senza tempo della Tessitura Bevilacqua a Venezia

La Tessitura Luigi Bevilacqua sorge nel cuore del sestiere Santa Croce, a due passi dal Canal Grandea Venezia: è lì che dal Cinquecento la famiglia Bevilacqua mantiene viva una delle tradizioni più antiche della città. Oltre il portone di ingresso, i telai settecenteschi recuperati da Luigi Bevilacqua nel 1875 dalla Scuola della Seta della Serenissima, gli stessi raffigurati nell’Enciclopedia di Diderot e D’Alembert. Non solo velluti fatti a mano, ma anche broccati, damaschi, lampassi e rasi per teatri e residenze prestigiose come la Casa Bianca, il Cremlino e il Municipio di Stoccolma. Ecco il videoreportage di Vera Mantengoli e Matteo Tagliapietra (Interpress) in occasione delle porte aperte di ApritiModa, che ringraziamo

Gli altri video di Cronaca locale