Padova, ripristinato il murales "We can't breathe": le immagini dei giovani all'opera

La guerra dei murales è giunta al capitolo finale. "We can’t breathe", la scritta realizzata il 6 giugno scorso dai movimenti sociali cittadini contro le violenze razziali, coperta poi dal graffito del progetto “Segni della strada”, nato dalla collaborazione di nove artisti e writers padovani che hanno scelto di lavorare insieme per sostenere la solidarietà, è ricomparsa sul muro di corso Milano. Venerdì pomeriggio i militanti del centro sociale Pedro, ma non solo, che tanto avevano condannato la copertura, pur artistica, di un murales dal significato così profondo, hanno realizzato nuovamente la scritta.

 

LEGGI L'ARTICOLO:  Padova, ripristinato il murales contro il razzismo: pace tra Comune, Csv e i centri sociali

Gli altri video di Cronaca locale