Gerusalemme, il principe Carlo snobba il vicepresidente Usa Mike Pence: niente stretta di mano

Non è passata inosservata la mancata stretta di mano che il principe del Galles, Carlo, ha riservato al vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence. Il principe, insieme a una quarantina di capi di Stato e di governo (tra i quali Macron, Mattarella, Putin) si trovava a Gerusalemme in occasione del 75esimo anniversario della liberazione del campo di sterminio di Auschwitz-Birkenau. All'origine della mancata stretta di mano, sembrano esserci alcune divergenze di vedute sui cambiamenti climatici. In seguito all'episodio, Buckhingham Palace ha cercato di smorzare le polemiche spiegando che il principe Carlo e Mike Pence hanno avuto in seguito "una lunga conversazione".

Gli altri video di Mondo