Russia, Brittney Griner condannata a 9 anni per traffico di cannabis: "Un errore in buona fede"

"Ho commesso un errore in buona fede e spero che, secondo le vostre leggi, non debba finire qua la mia vita". Lo ha detto, durante la difesa al processo per "traffico di cannabis", la campionessa di basket Brittney Griner. La sportiva era stata arrestata a febbraio perché aveva delle cartucce per vaporizzatore all'olio di cannabis. "I miei genitori mi hanno insegnato due cose - ha detto alla corte - assumermi le responsabilità delle mie azioni e lavorare duro per quello che si ha. Per questo mi dichiaro colpevole. Capisco tutto quello che è stato detto contro di me, le accuse che mi sono rivolte, e per questo motivo mi dichiaro colpevole"
 

Gli altri video di Mondo