L'incontro ravvicinato con il Sole: i crateri di fuoco negli scatti dell'orbita 'Solar'

Il 10 febbraio scorso l'agenzia spaziale europea (Esa) ha lanciato nello Spazio l'orbita 'Solar'. L'incontro ravvicinato con il Sole ha dato la possibilità all'orbita di fotografare i campi solari: dotata di 27 telescopi e sensori è riuscita a catturare immagini inedite dei campi di fuoco distribuiti in modo più o meno uniforme che servirebbero a tenere caldo lo strato più superficiale del Sole. Gli scatti sono stati realizzati a una distanza di 77 milioni di chilometri dalla stella. L'orbita impiegherà circa tre anni e mezzo per avvicinersi al Sole a una distanza di 42 milioni di chilometri.

Gli altri video di Tecnologia